Quando le lenti progressive non funzionano

/, lenti a contatto/Quando le lenti progressive non funzionano

Molte persone entrano nei punti vendita con il dubbio “ma la lente progressiva funziona davvero”?. “Qualche amico mi ha detto che non si è mai abituato, non sono sicuro di voler davvero una lente progressiva”

Ci sono dei passaggi fondamentali che il tuo ottico di fiducia deve eseguire affinchè possa essere realizzata una lente progressiva che soddisfi le tue esigenze visive. Di seguito te li proponiamo.

Se possiedi già un occhiale con lenti progressive, e non ti sei ancora abituato, ripercorri gli 8 punti proposti e considera se il tuo ottico ha accuratamente valutato tutto ciò prima di ordinare le tue lenti!

Punti fondamentali affinche la tua lente progressiva possa funzionare:

  1. Valutazione delle tue esigenze visive: informazioni sul tuo stile di vita, tipo di lavoro che svolgi, attività svolte nel tempo libero

  2. Esecuzione di un buon esame della vista

  3. Valutazione dei tuoi movimenti oculari e della tua “visione binoculare”

  4. Valutazione dell’ampiezza del tuo campo visivo da vicino

  5. Scelta di una montatura idonea al tipo di lenti che si è deciso di progettare

  6. Centraggio dell’occhiale

  7. Misura della tua distanza interpupillare (distanza tra gli occhi)

  8. Videomisurazione 3D, per tenere in considerazione, in fase di produzione della tua lente progressiva, la forma del viso, l’appoggio e l’inclinazione della montatura scelta, eventuali rotazioni, inclinazioni o assimetrie posturali

Il risultato

Sia i dati rilevati dagli strumenti di misurazione che le informazioni emerse dall’esame della vista, vengono inviati all’azienda in fase di ordinazione delle lenti.

Ecco allora che la tua lente progressiva sarà progettata esclusivamente per te. Ne seguirà una lente personalizzata ad ampio benessere visivo!

2018-09-09T13:57:38+00:00